Chi può fare da intermediario per l’erogazione di un prestito con cessione del quinto

banca-italiaLa cessione del quinto dello stipendio è una tipologia di finanziamento che viene concessa a lavoratori dipendenti e pensionati, con la quale questa categoria di persone può avere, in prestito, una certa somma di denaro, da restituire pagando delle rate mensili a tasso ed importo fissi. La particolarità della cessione è che le rate sono rimborsate tramite una detrazione direttamente dallo stipendio o dalla pensione netta, trattenute dal datore di lavoro e versate alla società finanziaria che ha concesso il prestito.

A tal proposito, chi può fare da intermediario per l’erogazione di un prestito con cessione del quinto?

Per poter fare domanda di questa forma di finanziamento occorre necessariamente rivolgersi ad un intermediario autorizzato per legge, oltre che specializzato nella concessione di questo tipo di prestito. In Italia, la legislazione fornisce tali indicazioni con il decreto legislativo 385 del 1993.

Sostanzialmente possono concedere la cessione del quinto, sia a dipendenti che a pensionati, tutte le aziende regolarmente iscritte come società finanziarie e le banche. In linea generale, si parla di istituti di credito.

Il decreto di cui stiamo parlando dà anche potere alla Banca d’Italia di tenere un apposito albo in cui sono riportare le banche autorizzate ad operare nel nostro territorio e
le succursali delle banche comunitarie che sono stabilite all’interno del territorio italiano. E’ la banca d’Italia, secondo l’articolo 14 del decreto, che autorizza allo svolgimento dell’attività bancaria, a patto che ricorrano determinate condizioni che sono riportate nel decreto stesso, tra cui la forma di società per azioni o di società cooperativa da parte dell’ente interessato a svolgere la concessione del credito.